Ultime Notizie

26
Mar

Percorso di cittadinanza: dialogo interreligioso e Stato laico

Come da tradizione, l’ultimo appuntamento del percorso di cittadinanza ha avuto per tema la religione, argomento molto sentito dalla maggior parte delle nostre iscritte.

Quest’anno, Brahim Baya segretario dell’Associazione Islamica delle Alpi, impegnato nel dialogo interreligioso e nella promozione di un Islam italiano, e Maria Adele Valperga, nostra responsabile dei progetti di integrazione, esperta di dialogo interreligioso e Islam, hanno affrontato, insieme alle signore immigrate, difficoltà ed opportunità del vivere la propria religione in uno Stato non confessionale a maggioranza cristiana.

E’ stato utilizzato il metodo dialogico, sia nel confronto tra i due relatori, che hanno fatto emergere differenze e somiglianze tra Cristianesimo, Islam e altre religioni rappresentate, sia con le allieve, che hanno partecipato attivamente, rispondendo alle sollecitazioni e ponendo domande.

Interessante è stato notare le differenze tra gli argomenti portati all’attenzione dei relatori nelle diverse sedi, a seconda della composizione etnica e dunque religiosa delle iscritte e del tempo di permanenza in Italia.

Mentre le signore musulmane di più recente immigrazione temono una sorta di “cristianizzazione forzata” e manifestano nostalgia per la società islamica tradizionale, per altre giocano altri fattori, come la possibilità di vivere in maniera coerente e piena la propria religione in armonia con le abitudini di un paese occidentale. E dunque, preoccupazioni per l’educazione dei figli, il cibo, l’abbigliamento e la preghiera. Per questo è stato importante sottolineare che la Costituzione Italiana garantisce a tutti il diritto di professare liberamente la propria religione e la libertà di culto.

Come ha evidenziato Brahim Baya, il carattere aconfessionale dello Stato Italiano rende più facile anche per i credenti musulmani andare al cuore della religione, purificandola da elementi culturali tradizionali che poco hanno a che fare con la vera spiritualità islamica. Ovviamente -riteniamo- lo stesso vale per il Cattolicesimo, con la maggior difficoltà che, essedo in Italia religione maggioritaria, è più difficile distinguere tra elementi esclusivamente culturali e religione autentica.

Molto importante è stata in questo contesto la mediazione culturale, non solo per la necessità della traduzione in Arabo, ma proprio per rendere accessibili concetti che risultavano sconosciuti.

Dunque un percorso non semplice, a tratti faticoso, ma necessario, per la convivenza pacifica e arricchente tra vecchi e nuovi cittadini e cittadine, nella convinzione che tutte le religioni sono portatrici di un messaggio di amore e pace.

Leave a Reply

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...